Regole e approfondimenti - Pinnacolando

Regolamento

Che cos’è Pinnacolando?

Pinnacolando è un gioco di carte in cui i partecipanti si cimentano in acrobazie letterarie, sfidandosi con le parole.

In quante persone si può giocare a Pinnacolando?

Non esiste un numero limite di persone ma di giocatori. Si può giocare a Pinnacolando da un minimo di 2 a un massimo di 6 giocatori, singolarmente, in coppie o a squadre. Tuttavia, non esiste nessuna regola scritta che vieta a un giocatore di essere rappresentato da più persone.

Quante carte vengono distribuite a ogni giocatore per cominciare la partita?

Il mazziere di turno distribuirà 13 carte a ogni giocatore in senso antiorario e posizionerà le restanti in un pozzetto posto al centro del tavolo da gioco con la prima carta rivelata e posta di fianco al pozzetto, dove finiranno poi tutti gli altri scarti.

Come inizia il gioco?

A turno, ogni giocatore ha due possibilità: pescare una carta dal mazzo oppure pescare una carta qualunque dagli scarti ma in questo caso dovrà raccogliere anche tutte le altre carte successive, calando obbligatoriamente la carta da cui è iniziata la pescata.

Come si conclude il proprio turno?

Terminato il proprio gioco, per concludere il turno è necessario scartare una carta, posandola in fila con gli altri scarti, in modo che siano tutti in ordine e ben visibili.

Posso aggiungere lettere alle parole composte da uno o più giocatori della mia stessa squadra?

Una volta calata la prima parola, è possibile aggiungere ulteriori lettere alla parola formata oppure agganciarsi alle parole formulate dai giocatori della stessa squadra (se si gioca in squadre). Tutto questo è possibile, a patto che le parole risultanti da queste aggiunte siano sempre di senso compiuto (esempio: SCATOLA può diventare SCATOLAME). È possibile aggiungere parole sia all’inizio sia alla fine della parola presente sul tavolo.

Posso aggiungere lettere alle parole composte da uno o più avversari?

Il gioco non vieta di aggiungere lettere alle parole formulate dagli avversari, tuttavia è fortemente sconsigliato a livello di punti, a meno che questa non sia una mossa per concludere il gioco e vincere la partita.

Quali sono le parole valide?

Ad eccezione del Poker, per essere considerate valide, le parole devono avere senso compiuto e devono essere composte da almeno 5 lettere, dello stesso colore (o tutte rosse o tutte blu). Non sono accettate ortografie sbagliate, voci arcaiche, letterarie, dialettali o neologismi assenti nel vocabolario scelto per la partita. Stesso discorso vale per nomi propri, cosgnomi, nomi geografici, storici mitologici e marche commerciali. È possibile, però, comporre tutte le parole contemplate nel vocabolario scelto, quelle di origine straniera entrate a far parte del linguaggio comune, le diverse alterazioni (come diminutivi, vezzeggiativi, ecc…) e tutte le forme verbali previste, comprese quelle con prefissi e suffissi vari (come togliamoci, ricambiare, guardandola, ecc…).

Che cos’è il Poker?

Il Poker è l’unica combinazione di 4 lettere uguali e di qualsiasi colore accettata in Pinnacolando.

Che cosa sono i Jolly?

Esistono 8 carte Jolly che possono essere utilizzate a piacimento in sostituzione di una lettera mancante per formulare una parola. Una volta a terra, però, i Jolly possono essere rubati da chiunque possieda le carte con le lettere da essi sostituite.

È possibile scartare i Jolly?

Non c’è alcuna regola scritta che vieta ai Jolly di essere scartati. Riporre i Jolly nel pozzetto degli scarti potrebbe risultare un’astuta strategia di gioco.

Come posso ottenere un Jolly?

È possibile ottenere un Jolly all’inizio, fra le 13 carte di partenza del gioco oppure pescando sia dal mazzetto sia dal pozzetto degli scarti (qualora presente) oppure sostituendo i Jolly presenti in tavola con le lettere da essi sostituite.

Quanti Jolly possono essere presenti in una stessa parola?

Non c’è un limite di Jolly da usare in un’unica parola. Se si desidera rendere il gioco più complicato e competitivo, è possibile concordare una limitazione a inizio partita.

È possibile comporre una parola solo con i Jolly?

Non c’è una regola scritta che impedisce la formazione di una parola da 5 Jolly, tuttavia, per rendere il gioco più complicato e competitivo, è possibile concordare tale limitazione a inizio partita.

Cosa sono le carte imprevisto?

Le carte imprevisto sono delle carte speciali che, al posto delle lettere, hanno la raffigurazione di un determinato personaggio del circo di Pinnacolando. Ogni personaggio (es. L’Uomo Cannone, Il Mago, ecc…) ha un determinato potere speciale da attuare durante ogni singola partita.

Si può pescare e rigiocare una carta imprevisto scartata da un altro giocatore?

No. Una volta giocata, la carta imprevisto deve essere riposta in un mazzetto di scarto a parte, al quale si aggiungeranno, successivamente, tutte le carte imprevisto giocate. Queste non potranno più essere utilizzate per tutto il resto della partita.

È possibile concludere il gioco con una carta imprevisto?

No. Non è possibile concludere una partita con una carta imprevisto.

Posso giocare in una lingua diversa da quella italiana?

Prima di ogni partita è possibile scegliere la lingua alla quale fare affidamento durante tutto il gioco, pertanto è possibile decidere di giocare in una lingua diversa da quella italiana.
Tuttavia, Pinnacolando è stato creato prendendo in considerazione l’alfabeto italiano (non sono comprese le lettere straniere): giocare in altre lingue risulterebbe limitativo.

Che cos’è il Vintage Ticket?

Il Vintage Ticket è il segno di riconoscimento che riceve il giocatore che formula la parola più lunga. Per sottrarre il Vintage Ticket a un giocatore, basterà comporre una parola più lunga di quella già formata. Al termine della partita, chi sarà riuscito ad aggiudicarsi il Vintage Ticket riceverà 50 punti.

Quando si conclude la partita?

Ogni singola partita finisce quando uno dei giocatori termina tutte le carte che ha in mano, rispettando la regola dello scarto.

Chi conclude la partita per prima è il vincitore?

No, il giocatore che conclude per primo la partita riceve subito 100 punti per la vittoria ma a questi bisogna poi sommare i punti delle parole realizzate e tenere conto anche dei punti fatti dagli avversari.

Quindi cosa succede dopo che il primo giocatore è riuscito a calare tutte le sue carte?

Si procede con la conta dei punti: 50 punti per chi possiede il Vintage Ticket e diversi punti per ogni parola formata da ogni singolo giocatore. Questi punti vengono calcolati sommando tutti i valori delle parole che ha calato e sottraendo tutti i valori delle carte che non sono state ancora giocate e che dunque sono rimaste in mano di ogni singolo giocatore. Il punteggio può scendere anche sotto lo zero.

Come vengono contati i punti?

La vittoria della partita vale 100 punti, il Vintage Ticket 50 punti e la formulazione della parola “Pinnacolando”, anche se con lettere di colore diverso, vale 300 punti. Le consonanti valgono 5 punti ciascuna, le vocali 10 e i Jolly 25, se si trovano sul tavolo, nelle parole formate. Le consonanti valgono -5 punti, le vocali -10 e i Jolly -25 se sono presenti nelle carte in mano e quindi non giocate. Per ogni carta imprevisto non giocata vengono sottratti 50 punti. Se si gioca in squadre, si sommano e sottraggono i punti di ogni singolo componente della stessa squadra.

Quando finisce il gioco?

Per vincere la partita finale – e dunque Pinnacolando – il punteggio da totalizzare sarà di almeno 1500 punti, se si decide di giocare a coppie/squadre. Se, invece, si gioca singolarmente, sarà necessario totalizzare almeno 500 punti per aggiudicarsi il titolo di miglior paroliere del Circo Pinnacolando.